Apostille su documenti pubblici: dove si ottiene? Tabella comparativa

Francesco Di Tommaso

Francesco Di Tommaso

L’apostille (termine francese di uso internazionale, l’equivalente italiano è “postilla”) è uno strumento di diritto internazionale che ha la funzione di legalizzare un documento pubblico per un paese estero. Ma dove si ottiene l’apostille su documenti pubblici? La procedura non è la stessa per tutti i paesi. Facendo seguito alle molte domande e ai chiarimenti che ci chiedono spesso i nostri clienti, in questo articolo vorrei mostrare un quadro d’insieme su dove ottenere il timbro di apostille (o timbro di legalizzazione) sui documenti pubblici italiani da presentare all’estero e su quelli di paesi esteri, da presentare in Italia.

Ho inserito in una tabella comparativa tutte le informazioni generali riguardanti le modalità e gli uffici pubblici dove ottenere il timbro di apostille. In orizzontale, le tipologie di documenti, in base alla sottoscrizione o meno della Convenzione dell’Aia del 1961 riguardante l’abolizione della legalizzazione nella sua forma classica. In verticale, la diversa provenienza e destinazione dei documenti, a seconda se italiani o stranieri o se provenienti o destinati ad uno Stato membro dell’UE oppure ad uno Stato extra-UE.

APOSTILLE SU DOCUMENTI PUBBLICI

apostille su documenti pubblici

La tabella comparativa mostra le regole generali riguardanti la procedura di ottenimento dell’apostille. Tuttavia, a seconda del tipo di documento e del Paese di destinazione o provenienza, la procedura potrebbe essere differente dalla regola generale. Per questo, per avere maggiori informazioni riguardo la procedura di legalizzazione dei tuoi documenti pubblici, contattaci tramite il modulo alla pagina Contatti oppure scrivici direttamente a: info@traduzionicertify.com, allegando il documento da legalizzare ed indicandoci, eventualmente, per quale paese va legalizzato. Ti invieremo tutte le informazioni necessarie riguardanti l’ottenimento dell’apostille.

Nel caso di documenti pubblici italiani, se il documento è emesso da un tribunale, un giudice oppure un notaio (ad esempio: una sentenza, un decreto, un certificato penale o una traduzione giurata), l’apostille si ottiene presso la Procura della Repubblica presso il tribunale di emissione del documento (nello specifico, presso l’Ufficio Legalizzazioni della Procura).

Per tutti gli altri documenti (atti pubblici di ogni genere, copie conformi di documenti di identità, certificati e diplomi universitari e scolastici, ecc), l’apostille si ottiene presso l’ufficio della Prefettura della Provincia di emissione del documento.

Se il paese di destinazione del documento non è firmatario della Convenzione dell’Aia del 1961 o di qualsiasi altra convenzione bilaterale o multilaterale con l’Italia, si segue la procedura di legalizzazione ordinaria, che consiste nel timbro della Prefettura o della Procura e, successivamente, nel timbro del Consolato del paese di destinazione.

Per tutti i documenti esteri da legalizzare per l’Italia, la procedura dipende sempre dal paese di provenienza. In caso di paesi extra-UE firmatari della Convenzione dell’Aia del 1961 si procede con l’apostille, si ottiene presso l’organo preposto oppure presso il Consolato italiano nel paese di provenienza. Nel caso di paesi extra-UE non firmatari della suddetta convenzione, si segue, anche in questo caso, la procedura di legalizzazione ordinaria.

LEGALIZZAZIONE TRA PAESI MEMBRI DELL’UE

Come ho avuto già modo di approfondire in altri articoli del nostro blog, in base alle ultime novità introdotte dal Regolamento UE 2016/1191, molte diverse categorie di documenti pubblici da presentare in altri Stati membri dell’UE non è necessaria alcuna forma di legalizzazione. Le categorie di documenti pubblici sono elencati all’articolo 3 del Regolamento.

Se oltre alla legalizzazione del documento hai bisogno anche della sua traduzione giurata, questa può essere svolta solo una volta ottenuto il timbro di apostille sul documento originale. Questo perché la traduzione, prima di essere asseverata in tribunale, va allegata e timbrata in congiunzione con il documento originale apostillato. Per ricevere un preventivo per il servizio di traduzione giurata contattaci compilando il modulo di richiesta preventivo. Ti risponderemo con tutti i dettagli di costi e tempi di consegna, senza alcun impegno.