Legalizzazione e Apostille: quando sono necessarie?

Francesco Di Tommaso

Francesco Di Tommaso

Legalizzazione e Apostille sono due procedimenti necessari quando una traduzione giurata o un atto pubblico sono destinati ad un paese estero. Per essere validi all’estero, infatti, i documenti pubblici hanno bisogno di essere legalizzati. Per alcuni paesi si svolge a procedura ordinaria di legalizzazione. Per altri, invece, è necessario il timbro di Apostille. Ma che cos’è una Apostille? In cosa si differenzia dalla legalizzazione?

Legalizzazione

La legalizzazione di un documento è una procedura consistente nell’apposizione di un timbro che ha la funzione di autenticare il documento per un determinato paese estero. In particolare, il timbro di legalizzazione autentica la qualifica e la firma del funzionario giudiziario o del pubblico ufficiale che ha firmato il documento da legalizzare. In questo modo, il documento viene riconosciuto dal paese di destinazione come atto autentico e con pieno valore legale. Per diversi stati spesso è necessario apporre sul documento anche il timbro del rispettivo Consolato nel paese di rilascio del documento. Il timbro del Consolato completa e finalizza la procedura di legalizzazione.

Per altri paesi, invece, è necessaria l’Apostille. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Apostille

L’Apostille (termine francese, la traduzione italiana è postilla) è un timbro, spesso allegato in forma di documento stampato, che ha la funzione di autenticare i documenti pubblici destinati ai paesi aderenti alla Convenzione dell’Aia del 1961 sull’abolizione della legalizzazione degli atti pubblici, la cui versione integrale e la relativa traduzione in italiano sono consultabili a questo link. L’Apostille sostituisce la legalizzazione tradizionale e rende la procedura più snella, non essendo più necessario ottenere anche il timbro del Consolato. L’Apostille è formato da 10 punti, indicanti il nome, la qualifica e l’ufficio del funzionario che ha firmato il documento. Si tratta di un timbro riconosciuto internazionalmente dai paesi firmatari, quindi a volte si rilascia in formato multilingue. Potete consultare la lista completa dei paesi firmatari della Convenzione sulla nostra pagina dedicata, cliccando su questo link.

Tra alcuni paesi dell’UE, inoltre, c’è l‘esenzione sia dalla legalizzazione che dall’Apostille, e quindi, per legalizzare un documento emesso da e destinato ad uno di tali paesi, non è necessario nessun timbro di legalizzazione. La Convenzione che sancisce tale esenzione è la Convenzione di Bruxelles del 1987, che trovate a questo link. I paesi firmatari sono Belgio, Francia, Italia, Irlanda, Danimarca e Lettonia.

In base alle ultime novità introdotte dal Regolamento UE 1191/2916 i documenti emessi presso un paese dell’Unione Europea da far valere presso un altro paese dell’Unione Europea è prevista l’esenzione sia dalla legalizzazione che dalla Apostille. 

Per ricevere informazioni su un servizio di legalizzazione o di traduzione giurata o certificata, contattaci tramite il modulo alla pagina Contatti o scrivi direttamente a: info@traduzionicertify.com. Ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno, senza impegno.

Desideri ricevere un preventivo immediato? Inviaci ora i documenti da tradurre o legalizzare tramite il modulo a questo link.