Come calcolare il costo di una traduzione specialistica.

Il costo di una traduzione è dato dalla lunghezza del testo da tradurre moltiplicato per una tariffa di traduzione, stabilita dal traduttore. Perciò, al fine di calcolare il costo di una traduzione, è necessario preventivamente stabilire una unità di misura tramite la quale calcolare la lunghezza del testo. Alla unità di misura scelta corrisponderà una determinata tariffa  (es: tariffa a parola, o tariffa a cartella, ecc.). Moltiplicando tale tariffa per la cifra ottenuta dalla lunghezza del testo si otterrà il costo di traduzione. Ma come si misura la lunghezza di un testo scritto, e quali sono le unità di misura di un testo scritto più utilizzate per il calcolo del costo di una traduzione? Vediamolo insieme.

Il calcolo della lunghezza di un testo può essere svolto sulla base di tre diverse unità di misura: battuta, parola, o cartella. Tutte e tre queste unità vengono ugualmente utilizzate nel mercato della traduzione.

Per battuta si intende il singolo carattere digitato, compreso lo spazio tra le parole, e questo perché, essendo gli spazi realizzati utilizzando la barra spaziatrice, vengono chiaramente considerati come battute a sé stanti. Il numero di battute incluse in una pagina piena di testo solitamente spazia dalle 1500 alle 2000, a seconda del numero di righe complessive presenti in una pagina di testo.

La parola è l’unità di misura successiva alla battuta, e probabilmente quella più diffusa ed utilizzata sul mercato, anche se meno confrontabile, in quanto ogni lingua presenta più o meno parole all’interno di una cartella da 1500 caratteri. Ad esempio, in una cartella da 1500 caratteri in lingua inglese ci sono circa 250 parole; una cartella da 1500 caratteri in italiano, invece, ne conta in media circa 215 – 220. Tuttavia, con l’avvento dei CAT Tool, che segmentano il testo e ne calcolano il numero esatto di parole, in qualsiasi formato esso sia, è diventato ormai molto più semplice calcolare il numero complessivo di parole di un testo, senza avere la necessità di convertire poi il numero di parole in cartelle. Se si calcola il costo di traduzione in base ad una tariffa a parola, invece che a cartella, con l’utilizzo di un CAT Tool l’operazione diventa molto più pratica e veloce.

La cartella è l’unità di misura maggiore per il calcolo della lunghezza di un testo, equivale ad una pagina piena e può essere di diversi formati. La cartella commerciale, o cartella standard, è un formato di pagina da 25 righe X 60 caratteri, per un totale di 1500 caratteri, e rappresenta il formato di cartella più utilizzato per il calcolo del costo di traduzione di documenti legali, tecnici e commerciali, ovvero tutti quei documenti solitamente non destinati alla pubblicazione. La cartella editoriale, invece, ha un formato di 30 righe X 60 caratteri, per un totale di 1800 caratteri, e viene utilizzata per il calcolo del costo di traduzioni editoriali, ovvero di testi destinati alla pubblicazione. Le maggiori dimensioni della cartella editoriale sono dovute appunto alla natura dei testi da tradurre (narrativa, saggistica, opere letterarie, manuali, testi accademici, ecc.), solitamente molto più lunghi rispetto ai documenti specialistici (documenti legali, certificati, documenti tecnici, documenti scientifici ecc.). Alcuni editori o agenzie di traduzione utilizzano un formato di cartella editoriale maggiore, pari a 2000 parole. La scelta del formato di cartella dipende quindi dal tipo di testo da tradurre. Se si tratta di un certificato o di un contratto, ad esempio, si utilizzerà la cartella standard (1500 caratteri), se si tratta di un testo letterario o destinato all’editoria si utilizzerà la cartella editoriale (1800 o 2000 caratteri).

Una volta stabilita la tariffa, ad esempio 0.05€ cents a parola, basta moltiplicare la tariffa per il numero di parole ed otteniamo il costo di traduzione (es: 0,05€ X 1200 = 60€)  Se invece si è abituati a calcolare la lunghezza di un testo in base alla cartella, basta dividere il numero di parole complessivo per il numero di parole presenti in una cartella (ad esempio circa 250 nel caso di un documento non editoriale in inglese) ed otteniamo il numero di cartelle. (es: 1200 / 250 = 4,8). In questo caso, il costo di traduzione è dato dal numero di cartelle moltiplicato per la tariffa a cartella.

Quale unità di misura utilizzare?  Dipende dalle preferenze del traduttore. Grazie agli strumenti di calcolo delle parole e dei caratteri, e data la differenza nel numero di parole presenti in una cartella tra una lingua ed un’altra, che spesso può creare confusione, risulta molto più pratico utilizzare la parola come unità di misura.

Per maggiori informazioni, per una consulenza o per un preventivo senza impegno, potete contattarci inviando un messaggio nella pagina Contatti o scrivendo direttamente a info@traduzionicertify.com

 

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici Sui Social

Certify Traduzioni Certify Traduzioni di Francesco Di Tommaso, P. IVA 02038690687 © 2018. Powered by WebShop