Traduzione giurata e legalizzazione documenti. Come si svolgono?

In questo articolo parliamo di traduzione giurata e legalizzazione di documenti per l’estero. Vediamo insieme come sono legate fra loro e qual è l’ordine in cui si svolgono. Abbiamo già parlato delle traduzioni giurate in molti dei nostri articoli. Li trovate tutti a questo link, dove troverete inoltre molte altre informazioni utili su tutti i nostri servizi.

Come abbiamo già spiegato, la legalizzazione di un documento per l’estero è un procedimento del diritto internazionale, che ha la funzione di rendere valido e riconosciuto un documento in un altro paese. Nello specifico, la legalizzazione autentica la firma e la qualifica dell’ufficiale pubblico che ha firmato l’atto.  Dunque, è importante specificare che la legalizzazione non autentica in nessun modo il contenuto di un documento, ma lo rende solo valido e legale per l’estero.

Le due procedure sono spesso legate fra loro, perché un documento emesso in uno stato che deve essere legalizzato per un altro stato, è quasi sempre scritto in una lingua diversa da quella dello stato di destinazione (esempio: un certificato di nascita italiano da legalizzare per il Brasile). Per questo, è necessario allegare una traduzione ufficiale al documento originale.

Quando legalizzare un documento o una traduzione?

I casi possono essere 2.

PRIMO CASO: DOCUMENTO ESTERO

Nel caso di un documento prodotto all’estero da legalizzare per l’Italia, prima di tradurlo, il documento va legalizzato presso l’ente preposto o presso la missione consolare italiana nel paese di emissione. Maggiori info a questo link. In seguito il traduttore ufficiale svolgerà la traduzione giurata che sarà allegata all’originale legalizzato. La traduzione, se asseverata presso un tribunale italiano, non necessita chiaramente di essere legalizzata, in quanto atto prodotto in Italia e che resta in Italia.

SECONDO CASO: DOCUMENTO ITALIANO

Se il documento è italiano e deve essere legalizzato per un altro paese, sia il documento italiano che la sua traduzione giurata posso recare il timbro di legalizzazione (o Apostille) per quel paese. In questo caso, l’ordine sarà il seguente: 1) legalizzazione atto originale; 2) traduzione giurata; 3) legalizzazione traduzione giurata. Normalmente, è la traduzione quella ad essere legalizzata, perché rappresenta l’atto finale che l’ufficio di destinazione ha richiesto, e che è in grado di leggere. Tuttavia, può essere necessario, a seconda del documento, legalizzare anche il documento originale (un esempio può essere quello dei certificati penali).

Per maggiori informazioni sulla legalizzazione di documenti e sulla loro traduzione, puoi contattarci tramite il modulo alla pagina Contatti o puoi inviare una email a: info@traduzionicertify.com , spiegandoci di cosa hai bisogno. Ti risponderemo con tutte le informazioni richieste.

Hai bisogno di un preventivo? Clicca in basso e compila il modulo di richiesta preventivo, ti risponderemo con tutti i dettagli di costi, tempi e procedure, senza alcun impegno.

>>> RICHIEDI PREVENTIVO GRATUITO E SENZA IMPEGNO<<<

Hai bisogno di più informazioni?  CLICCA QUI e chiedi a noi. Ti spieghiamo tutto gratuitamente.

 

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.